Tommaso Valta: il futuro di Pragotecna

Pragotecna Spa è un’azienda che da quasi settant’anni si occupa della ricerca e della distribuzione di nuovi materiali e di soluzioni in ambito architettonico, collaborando con il mondo dell’impresa e dell’industria e occupandosi soprattutto di prodotti speciali.

Fondata a Trieste nel 1947 dall’ingegner Fischer e dai fratelli Paolo e Franco Walter, che italianizzò il cognome in Valta, l’azienda iniziò con l’importazione e la lavorazione della ceramica e del vetro, insieme al commercio di articoli sanitari, prodotti che durante la ricostruzione post bellica erano molto richiesti.

Oggi Pragotecna è un’azienda leader del settore con alle spalle un grande patrimonio di conoscenze e una lunga esperienza in grado di offrire un servizio qualificato sia alla piccola che alla grande impresa, in Italia e all’estero, grazie alla professionalità dei propri tecnici e alla qualità dei propri prodotti.

A tirare le redini del gruppo assieme al padre Roberto, presidente dell’azienda, nel 2004 è arrivata la terza generazione, con Tommaso, oggi AD del gruppo, e suo cugino Marco figlio del fratello di Roberto, Michele, prematuramente scomparso.

Tommaso, cosa vuol dire ricevere tra le mani un impero come questo, un patrimonio di esperienze maturate in più di sessant’anni di attività?

Significa impegnarsi al 100% per cercare di migliorare l’azienda, guardando positivamente al futuro ma senza mai dimenticare il passato, fatto di molti sacrifici e importanti investimenti.

Come cambia lo sguardo di un imprenditore in archi di tempo così lunghi e in momenti storici così diversi?

I settori d’interesse della nostra azienda si sono modificati ed evoluti nel corso degli anni, prima con il nonno, poi con il papà e lo zio e oggi con la terza generazione, in azienda ormai da oltre undici anni. Il nostro core business è rimasto il medesimo da più di sessant’anni, ma la bravura è stata la lungimiranza delle due generazioni precedenti che, oltre alla continua ricerca di partner primari e prodotti all’avanguardia, ci hanno permesso di rimanere saldamente tra i leader nel nostro mercato.

Nel 2015 qual è la vostra filosofia?

La nostra filosofia è creare e offrire il massimo valore ai nostri clienti attraverso i nostri servizi, nel massimo rispetto della qualità, delle tempistiche e delle metodologie di lavoro.

Da tempo intrecciate rapporti esclusivi con importantissime aziende in tutta Europa, dalla Repubblica Ceca alla Germania, dall’Austria alla Russia e alla Spagna. Che ruolo ha avuto l’Unione Europea in questi anni e come vedete il vostro futuro in vista di cambiamenti potenzialmente epocali?

Il nostro lavoro è sempre stato quello di importare e distribuire sul mercato Italiano prodotti d’avanguardia. Negli anni, i forti legami con i nostri partner esteri ci hanno permesso di esportare le eccellenze del nostro paese in alcuni mercati internazionali. L’evoluzione della nostra struttura aziendale, attraverso anche l’inserimento di collaboratori di massimo livello, ci ha reso indipendenti e competitivi su qualunque mercato, europeo e non, dandoci la possibilità di acquisire e portare a termine con successo lavori con committenti molto prestigiosi, nel civile, nell’industriale, nel navale senza contare le nostre realizzazioni di piscine pubbliche e private e spa di alberghi. Per concludere, la nostra azienda ringrazia l’Europa per la semplificazione dei procedimenti, che già da decenni giornalmente mettiamo in atto con successo.

Si lavora meglio all’estero o in Italia?

L’Italia rimane il nostro maggiore mercato, ma le quote dell’estero stanno aumentando di anno in anno e sono convinto che il trend dei prossimi anni verrà confermato dai numeri.

Oltre alle piscine, alle spa e alle cose che ci hai già raccontato, tra le ultime realizzazioni contate pure l’importante catena di ristoranti Maxim di Hong Kong, il prestigioso complesso residenziale Verdemare realizzato a Trieste dall’impresa CMC, con più di 180 appartamenti, nonché ville da mille e una notte realizzate a Monaco di Baviera e sui laghi di Ammersee e Stanbergersee, già pubblicate su importanti riviste del settore. Quanto si può essere orgogliosi?

L’orgoglio più grande per noi è consegnare i nostri lavori con la massima soddisfazione dei clienti sia per i materiali forniti che per le maestranze utilizzate per le esecuzioni. Credo fermamente che, in un periodo di totale incertezza del nostro comparto, presentare ai propri clienti l’immagine di un azienda organizzata sia l’arma vincente per crescere e portare ancora più in alto il nostro nome, sia in Italia che all’estero.

Oggi si parla molto di ecosostenibilità. Come pensate di aver cercato di soddisfare queste nuove tendenze di mercato?

Tutti i nostri partner sono molto attenti a questo argomento e noi, di riflesso, abbiamo voluto stare al passo con loro, cercando in tutte le nostre proposte di favorire i prodotti ecosostenibili e muniti di crediti Leed e quindi di sostenibilità ambientale. A dimostrare questo nostro interesse, un paio d’anni fa abbiamo rivestito gran parte della superficie della nostra sede con un impianto fotovoltaico di ultima generazione.

Ci puoi anticipare qualcosa su nuove importanti collaborazione future?

La Pragotecna Spa ha appena aperto una filiale a Monaco di Baviera dove già da un paio d’anni sta operando con successo e continuando ad acquisire committenti di altissimo livello, creando una clientela fidelizzata ed entusiasta dei nostri lavori. Da quest’anno i nostri materiali e i nostri servizi sono stati utilizzati da un importante gruppo automobilistico e ci auguriamo che questa collaborazione possa incrementare.

Foto: Riproduzione Riservata