Storie di successo – Marino De Santa

Ci sono eventi che creano occasioni su occasioni: in relazione ai Campionati Nazionali di Scacchi Under 16 che si sono tenuti nell’ultima settimana di giugno, a Tarvisio, si può tranquillamente dire che questi siano stati una vera e propria “miniera” di testimonianze e di storie di successo.

Andando ad analizzare le aziende che hanno sostenuto la manifestazione, l’occhio è caduto immediatamente su LegnoLandia: impresa storica d’Italia, attiva fin dal 1830 sempre a Forni di Sopra, LegnoLandia lavora appunto il legno con specializzazioni in bio-costruzioni, giochi per parchi e arredo giardino. Una realtà di stanza in Friuli Venezia Giulia, ma che ovviamente ha aumentato il suo volume di traffici e mercati ben oltre i confini nazionali: dagli anni Ottanta, infatti, LegnoLandia ha ampliato le reti di vendita in Europa ed in Arabia ricevendo fra l’altro dei riconoscimenti come l’iscrizione nell’elenco delle aziende storiche italiane (2012) e ricevendo la Bandiera Verde da parte di LegAmbiente per il suo impegno in una produzione sostenibile.

Marino De Santa ne è il presidente, ed è anche colui che ha accettato di buon grado di sponsorizzare come LegnoLandia la manifestazione. Genius-online ha realizzato una breve intervista con lui, per capire anche che cosa c’è dietro alla scelta di sostenere un evento così “di nicchia” come gli scacchi.

 

Presidente, un bilancio di questa manifestazione nella quale LegnoLandia è stato supporter principale? 

“Siamo stati sponsor anche l’anno scorso, quando i campionati si erano svolti a Forni di Sopra. A mio modo di vedere, si è trattato di una partecipazione che ha l’intento di sostenere le iniziative del territorio, anche perché bisogna tenere presente che i partecipanti non arrivavano solamente da altre parti d’Italia, ma anche al di fuori dei confini nazionali e dunque si tratta di un evento che fa parlare di sé e può dar luce alle aziende partner anche più lontano rispetto alla nostra regione. Questo tipo di eventi possono diventare un’occasione ideale per comunicare tutte le peculiarità del nostro territorio e le opportunità che esso può offrire a chi viene da fuori a conoscerlo”.

Parliamo proprio di territorio: Tarvisio si sta delineando sempre più come una città che promuove il turismo culturale durante tutto l’anno, non solamente nella stagione invernale. 

“Esattamente: al di là dei picchi di stagione a cui siamo abituati, come possono essere l’inverno o la settimana di Ferragosto è da riconoscere come il territorio dell’Alto Friuli sia caratterizzato da eventi e ricorrenze importanti anche durante gli altri mesi. Specialmente questo tipo di manifestazioni, come possono essere i Campionati Nazionali di Scacchi, si riverberano su tutto il periodo annuale ed hanno decisamente una ricaduta positiva perché vengono evidenziati dei pregi delle nostre zone. In più, occasioni di questo tipo sono molto interessanti perché ci mettono a confronto con un categoria “particolare” come quella degli scacchisti, che sono dei “pensatori”, gente che riflette: ho avuto modo di incontrarne alcuni e parlarci approfonditamente, in questa maniera c’è l’occasione di presentare e comunicare il territorio anche a persone che non erano mai state qui prima”.

Ultimamente lei ha ottenuto un altro riconoscimento importante: è stato nominato Presidente di FederLegno Arredo Urbano nel mese di marzo 2014. 

“Questo incarico che mi è stato dato è prima di tutto un riconoscimento del valore della nostra azienda, LegnoLandia. Il lavoro di tanti anni, che ha poi degli effetti positivi sul territorio, viene reso noto e una cosa fondamentale del nostro modo di lavorare è il fatto che, dopo aver “prelevato” delle cose dal nostro territorio, con tutte le dovute cautele, vogliamo anche lasciare degli effetti benefici alle nostre zone. Esportiamo legname in mezzo mondo e certamente questo tipo di attività fa si che LegnoLandia venga identificata in una determinata regione: tutto questo può attirare importanti attenzioni alle nostre zone”.

LegnoLandia, Friuli: una zona molto “viva”, che però si connette con innumerevoli parti del mondo. 

“Al giorno d’oggi ogni attività, anche la più piccola, deve misurarsi con un mondo globalizzato. Le reti di connessione sono fondamentali, specialmente per quanto riguarda quelle zone che sono punti più “sensibili” in quanto a ricettività: penso, ad esempio, ai porti di Trieste, Monfalcone o Nogaro, tre punti strategici importanti per l’esportazione ed i traffici. Noi abbiamo sempre utilizzato questo tipo di connessioni: esportiamo e facciamo spedizioni in diversi punti del mondo e riceviamo materiali dall’Oriente, dalla zona di Vancouver e dagli Stati Uniti d’America. E’ fondamentale tener presente che, oramai, non ci sono elementi che possono essere “scorporati” da questi contesti: i porti creano una rete organica di trasporti importantissima, specie nel mondo globalizzato di oggi, dove la maggior parte delle barriere devono essere abbattute”.

Infine, un pensiero libero a firma Marino De Santa sulla situazione della nostra regione e su questo tipo di eventi. 

“Voglio solamente dire che a volte basta veramente poco per riuscire a comunicare le peculiarità del nostro territorio e portarle in giro per il mondo. Bisogna sfruttare non solamente i grandi eventi, ma anche manifestazioni di nicchia come possono essere i Campionati Nazionali Under 16 di Scacchi: anche questo tipo di manifestazioni possono essere un volano comunicativo di spessore per le aziende. La cosa importante da capire è che la comunicazione, oramai, fa parte del circuito di produzione: per le aziende, anche questo tipo di occasioni possono essere fondamentali al fine di trasmettere le informazioni di come lavorano, di cosa fanno e di come lo fanno. Se non ci apriamo noi, non è detto che la gente venga a chiederci di che cosa tratta la nostra attività”.