Speciale estate: numero doppio di Genius People Magazine

È uscito il numero doppio di Genius People Magazine 03/04: 164 pagine di articoli, approfondimenti, foto e interviste per venire incontro alla maggiore richiesta di contenuti dei nostri lettori determinata dalle lunghe ore sotto l’ombrellone.

Dopo il consueto benvenuto dell’editore, Francesco La Bella, a firmare gli editoriali in questo numero speciale sono stati il nostro Fabio de Visintini, l’amico di Genius Vittorio Sgarbi, Francesco Venier della MIB School of Management e Valentina Bach del Collegio del Mondo Unito.

Lo speciale ha come focus due icone dello sport e del costume a livello mondiale. Forse i due sportivi che meglio hanno rappresentato e continuano a rappresentare il Ventesimo Secolo: Muhammad Ali e Michael Jordan.

Abbiamo analizzato la loro storia, i differenti background e il diverso tipo di impatto che hanno avuto sulla società, sul costume e sulla cultura popolare; la genialità del loro modo di concepire la disciplina dal punto di vista della tecnica utilizzata e la capacità di rivoluzionare i confini e gli standard del loro sport; la potenza del marketing dell’immagine che ha reso queste icone dei brand e delle macchine da soldi, ancora oggi dopo decenni.

Siamo andati a guardare alla genialità nella sua capacità di emergere e di imporre la propria portata rivoluzionaria nella società, seguendo l’ironia dei percorsi che portano certe personalità ad affermarsi come determinanti nel cambiare il corso della Storia, nel bene e nel male.

Abbiamo incontrato i più autorevoli nomi del commento sportivo come Dan Peterson e Flavio Tranquillo, che ci hanno raccontato la loro esperienza a bordo campo e il loro rapporto con Michael e con i più grandi campioni del parquet; ci siamo fatti spiegare da sportivi come l’allenatore della nazionale azzurra di basket Bojan Tanjevic, dal campione di vela e collezionista di premi e medaglie in tutto il mondo Vasco Vascotto, dalla campionessa di golf Giulia Sergas, cosa significa lo sport a livello di controllo fisico e mentale; c’è stata la possibilità di parlare con l’autore di una biografia su Michael Jordan, Claudio Limardi e con Giulio Ciamillo, uno dei fotografi più importanti a livello sportivo in Italia.

Ma Jordan e Ali non significano solo sport: la loro forza è stata quella di saper rivoluzionare la comunicazione, di diventare icone di un’epoca e di quelle successive, di rappresentare un esempio per quelle categorie che ieri e ancora oggi portano con sé il peso di una condizione di partenza svantaggiata e difficile da superare, anche nel Paese delle opportunità come sono gli Stati Uniti.

Se n’è parlato assieme a Giuseppe Cruciani che, attraverso le telefonate che arrivano alla redazione della Zanzara, testimonia quotidianamente il livello umorale della questione razziale in chiave italiana; ma anche con l’Imam Pallavicini, figura di spicco dell’Islam italiano; con l’ex Ministro per l’Integrazione Cecile Kyenge e con il Vescovo di Trieste, il Mons. Giampaolo Crepaldi.

Ma non basta: abbiamo intervistato l’attore Vincenzo Salemme; l’organizzatore di maggiori eventi di Polo a livello italiano e internazionale Alvise Zuliani; il presidente della Barcolana, Mitja Gialuz, il presidente di Ania, della Fondazione Ania per la Sicurezza Stradale e di Genertel Spa, Aldo Minucci; il presidente del Villaverde Resort, Gabriele Lualdi; Paolo Privileggio, CFO del Gruppo TAL; Tommaso Valta, AD di Pragotecna Spa; Roberto Paganini della boutique Griffe e Claudio Serli.

E ancora uno speciale quaranta pagine su Portopiccolo, con foto, interviste ai dirigenti, schede tecniche dei negozi e dei ristoranti, testimonianze di chi al progetto di Sistiana ha lavorato dall’inizio e uno speciale sulla Biennale di Venezia e la consueta rubrica della Galleria Contini.

Foto: Francesco La Bella e Joe Bastianich – Riproduzione Riservata