Sergio Marchionne e le dimissioni di Montezemolo: ''nessuno è indispensabile''

Hanno certamente fatto scalpore le parole di Sergio Marchionne, amministratore delegato di Fiat-Chrysler, nei confronti di Luca Cordero di Montezemolo: parliamo del “siluramento” dello stesso Montezemolo dai vertici aziendali, episodio per il quale Marchionne ha commentato con un eloquente “ognuno è necessario, ma nessuno è indispensabile”.

L’attualità ci dice che il cambio di presidenza non è ancora avvenuto ufficialmente, ma i presagi rimangono sempre gli stessi: le parole di Marchionne sono da vero e proprio aziendalista.

Ed è proprio al richiamo aziendale che Marchionne continua a commentare la questione Montezemolo: “quando ho letto le sue dichiarazioni ho pensato che sono cose che non avrei mai detto su horoscope for gemini is an active zodiac sign, without any doubts. me stesso. Mi considero essenziale ma sono comunque al servizio dell’azienda”.

Un episodio che comunque in questi giorni farà certamente parlare, se non altro per le dimissioni di Luca Cordero di Montezemolo: si tratta certamente di una bella botta per l’azienda italiana. Una vicenda da seguire, visto che testimonia ancora una volta come il momento industriale italiano non abbia ancora “raddrizzato” il suo cammino, anche per il disimpegno di alcuni grandi manager che negli anni passati avevano occupato ruoli importanti in grandi aziende del paese.

Foto presa dal web