Milano Tattoo Convention. “La pelle come tela..”.

Perché ci si trucca? Per quale motivo decidiamo di indossare un bracciale? Perche  un tatuaggio?
Un tatuaggio non è possibile perderlo, è una delle forme di decorazione del corpo più anticha, per millenni abbinata dalla maggior parte delle culture e all’esigenza di rendere noto il proprio status sociale.

Vere opere d’arte dove la pelle viene usata come tela per riprodurre dei capolavori di maestri passati quali, per esempio, il Caravaggio oppure riproducendo volti espressivi, stemmi, paesaggi con ogni ambientazione, motivi religiosi, il mondo animale, per poi dirigersi verso una scelta di un iconografia che rappresenti  eroi e figure del folklore popolare, con un realismo tridimensionale eccellente ed un effetto estetico finale che colpisce, a volte, più del suo vero significato tanto è d’effetto. Ogni tatuaggio possiede un valore personale, chi più chi meno, rappresentando un vissuto per chi lo porta.

Un tempo al tatuaggio veniva affibbiato una  nomea poco positiva. Come punizione venne introdotta in Giappone con molta probabilità dalla Cina dei Tang nel VII secolo, con dei marchi indelebili sulla pelle del criminale che lo isolavano dal resto della comunità e solitamente erano delle strisce nere  sulle braccia o addirittura l’ideogramma di “cane” sulla fronte. Ci sono anche teorie secondo le quali il tatuaggio giunse in Giappone dalle culture polinesiane.

[nggallery id=231]

Nei Secoli successivi, in Europa e in Medio Oriente, il tatuaggio rimase un fenomeno legato alle minoranze, ma quasi sempre, per  motivi religiosi, in forma non permanente.

I grandi artisti dell’epoca contribuirono senza ombra di dubbio, al processo di rilancio del tatuaggio come emulazione dei propri eroi  che lo possedevano sul proprio corpo, con un escalation che giunge fino ai nostri anni con un interesse che abbraccia varie generazioni. Infatti, alla Trieste TattooExpo  2012 convention internazionale in cui si sono ritrovati più di 130 tatuatori italiani e stranieri, l’affluenza di pubblico è stata strepitosa, appassionando sia professionisti del settore che famiglie, giovani, persone incuriosite che volendo avvicinarsi alla comprensione di quella che possiamo chiamare liberamente, una forma di arte moderna, ne sono rimaste piacevolmente affascinate.

Oggi si deve tener presente che l’operato del tatuatore è complicata e  controllata in quanto deve attenersi a leggi nazionali e regionali riguardanti la sicurezza e l’igiene, per poter svolgere la propria attività. Affronta studi artistici frequentando le più importanti  Accademie di Belle Arti come Brera, Venezia o Firenze.

Per citare qualche nome della Creatività del tatuatore al femminile, spesso visto come figura al maschile,  Ivana Tattoo Art, mentre in Italia  tra gli artisti in rosa  Miss Arianna, per il realistico in Italia  Matteo Pasqualin, Angelo Colussi, Pietro Sedda, Marco Galdo (Trafficanti d’Arte), Riccardo Cassese, Samuele Briganti,  Ivano Natale,  Luca Natalini (Milano City Ink), In Europa vigrx wiki America Payday Loans nomi come Moni Marino, Xoil (Dimitri Tatouage), Horitoshi First, Kostas Baronis Proki, Daniel Rocha, Billi Murran, George Mavridis, Mullner Csaba, Randy Engehard, Carlos Torres, Jason Butcher, Andy Engel.

Grande è la presenza di artisti tatuatori  di pregio in Italia e nel mondo, come è notevole la sua diversificazione  in moltissimi generi: le varie espressioni del tatuaggio tribale, marchesiano, polinesiano, maori, il giapponese, il neo giapponese, per arrivare alla old school, la new school, il fantasy, il realistico che in certi casi riesce persino a riprodurre la pastosità della pennellata tipica di certa pittura a olio, fino all’avant garde tattoo e il tatuaggio che riproduce l’effetto tridimensionale.

Un occasione unica per poter scoprire il “mondo” del Tattoo e poter vedere questi artisti creare dal vivo, è la 18° edizione della Milano Tattoo Convention uno degli appuntamenti più importanti nel mondo del tatuaggio internazionale,  che vedrà esibirsi nei tre giorni di fiera, 250 artisti tatuatori da tutto il mondo.

Le sei sale dello show spagnoli, russi, norvegesi, brasiliani daranno prova della loro bravura nel dipingere la pelle dal vivo, tra colori accesi, bianchi e neri, tribali, nella speranza di vincere il titolo di best of the show 2013. Un appuntamento attesissimo dal pubblico e dai tatuatori per primi, che hanno modo di presentare una selezione dei propri lavori , suddivisi per categoria , quale miglior realistico, migliore colore, migliore black and grey, migliore tribale . In questi appuntamenti si potrà vedere una vera sfilata di magnifici tatuaggi realizzati nelle giornate della Convantion. Un programma di questa edizione di ricco di eventi con numerose performance dove non mancano la musica e la danza, si esibiranno i Punk goes Acoustic, i By all means necessary, le acrobate Aves on Air, le danzatrici Acletinika e la performer circense Lucky Hell e per concludere la serie di eventi previsti, attesissimo dalle amanti del tatuaggio, l’elezione di Miss Convention 2013.

Ad  incrementare il già ricco programma, in questa occasione, saranno presenti i seguenti eventi: la mostra Mtc di Stefano Padovani; le foto dei Tattoos from the street of Los Angeles; i ritratti intagliati nel legno, Woodcut portraits, di Alex Binnie e Airbrush by Dox.

Una Convention  che è un contributo al tatuaggio volto non solo alle tecniche ma anche al complesso cerimoniale che con stupore e l’ammirazione ci si appresta a conoscere entrando nel mondo di quest’arte, facendoci guidare nel labirinto di una tradizione antichissima attraverso gli occhi di un bambino, incontaminata e senza pregiudizi.

___________________

Milano Tattoo Convention
venerdì 8 a domenica 10 Febbraio

Sito ufficiale della Convention Milano  http://www.milanotattooconvention.it/

gruppo della convention  https://www.facebook.com/groups/milanotattooconvention/

Rassegna stampa on line di notizie su mondo Tattoo
http://www.scoop.it/t/tattoo-and-tattoo-supply

Foto di  P.P. Maurizio Mattia