Linkedin nel futuro dell’Universit

CARD UNICA DELLO STUDENTE E ACCORDO CON IL SOCIAL NETWORK STATUNITENSE LINKEDIN NEL FUTURO DELL’ UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI TRIESTE

Trieste, 28 maggio 2013  – A pochi giorni dalle votazioni che eleggeranno il nuovo Magnifico Rettore dell’Ateneo, il candidato prof. Guido Abbattista annuncia due importanti innovazioni che intende realizzare entro il primo anno di governo, qualora risultasse vincitore delle elezioni. Si tratta di due progetti rivolti in primo luogo alla popolazione studentesca, ma con importanti ricadute anche per quanto riguarda il personale tecnico-amministrativo e docente e che consentiranno di migliorare la qualità dei servizi offerti. Sono stati avviati in queste settimane dei tavoli informali con alcuni istituti bancari per esaminare la fattibilità della Carta Unica dello Studente. Questo strumento, richiesto a gran voce dagli studenti sia da alcuni servizi interni all’Università, andrebbe ben oltre alcune ipotesi che l’Università aveva iniziato ad esaminare, ma che s fortunatamente sono state accantonate. Esso prevede l’accorpamento all’interno di una unica carta di tutti i servizi connessi alla vita d’Ateneo: dall’identificazione dello studente, all’accesso alle mense, alle biblioteche, ai laboratori, alle segreterie, ai servizi di pagamento, alle convenzioni in essere e future dell’Ateneo. Il sistema, che è peraltro già operante in altre Università italiane (tra cui  Milano, Bicocca e Politecnico,Politecnico  di Torino, Salerno e università del Lazio), consentirà di ottimizzare l’accesso a una serie di servizi e di eliminare molte delle difficoltà che attualmente gravano sulla quotidianità della vita universitaria. Per quanto concerne l’Ateneo, dalle prime stime l’implementazione del sistema consentirà di risparmiare a regime circa 1,3 milioni di euro all’anno.

Per supportare la ricerca di sbocchi lavorativi una volta terminato il proprio iter studentesco, il prof. Abbattista vuole aggiungere alle attività già operanti una importante alleanza con il social network LinkedIn. La scelta è ricaduta sulla celebre does clearpores really work piattaforma statunitense volume pills reviews per il fondamentale motivo che le aziende la utilizzano in modo ormai  prevalente anche in Italia per ricercare e selezionare profili qualificati per le proprie assunzioni. “Abbiamo avuto modo di verificare che molte aziende del calibro di Generali, Allianz, Danieli, Puma, TBS Group consultano i profili riconducibili al nostro Ateneo e intendo favorire e potenziare questo punto di contatto. Inoltre i ricercatori e i docenti dell’Università vengono ricercati sulla piattaforma da moltissimi paesi stranieri, come USA, UK, Germania, Spagna e Francia solo per citare quelli più assidui, a dimostrazione del valore delle persone che lavorano all’Università di Trieste“. La possibilità di entrare in contatto con Enti ed aziende di tutt’Europa offre, inoltre, straordinarie possibilità nella collaborazione e nella progettazione dei bandi dell’UE e di altre organizzazioni a livello mondiale.

A questo proposito la creazione di un Grant Office interno all’Università che integri il lavoro della gestione e della rendicontazione con delle attività specifiche della progettazione è uno dei punti importanti per permettere un più facile accesso ai fondi di ricerca messi a bando. Le risorse economiche di Ateno sono negli ultimi anni in sensibile contrazione, e quindi lo sforzo è quello di trovare anche fuori dal perimetro universitario fondi e sovvenzioni per sviluppare le fondamentali attività di ricerca e didattica. “L’Università di Trieste – conclude Abbattista – entra in una fase di profonda trasformazione divenendo l’attore principale, assieme alla Regione FVG, di quel sistema regionale di formazione e ricerca che permetta di affermare l’eccellenza del nord-est d’Italia, con una chiara vocazione internazionale, sia per quanto riguarda il valore della r icerca svolta in Ateneo, ma anche per la capacità di attrarre studenti e ricercatori dalle vicine aree dell’Est-Europa, come pure da ogni altro angolo del mondo