La storia nobilita l’uomo: idee regalo

Anni fa, nel maggio del ’68, dei ragazzi ebbero l’idea di costruire una piattaforma in acque internazionali e crearci uno stato indipendente, l’Isola delle Rose. Si parlava l’esperanto, o almeno qualcuno ci provava, si erano fatti rappresentare da tre rose, si stampavano francobolli e, insomma, c’era quell’aria rivoluzionaria un po’ fannullona che tuttavia a qualcosa di buono sembrava aver portato. Tutto ciò fu inammissibile, e neanche un anno dopo l’Insulo e tutti i suoi ideali furono fatti affondare con una tonnellata di tritolo. Ecco, può ricordare la vicenda raccontata in “I love radio rock”, o comunque siamo sulla stessa linea d’intenti: liberté, égalité, fraternité, mentre il libro di Veltroni non è granché.

Fatto sta, che negli stessi anni anche al largo delle coste di Ipswich, nella Manica, successe qualcosa di simile. Al cittadino britannico Paddy Roy Bates venne la smania di stabilirsi su una base militare abbandonata. Non pensando minimamente di poter creare qualche noia diplomatica tra Sua Maestà e l’Olanda. Oggi Roy ha infatti alle spalle una lotta per l’indipendenza che può vantare un’invasione olandese e tanto di reconquista con elicotteri d’assalto e prigionieri di guerra. Ma metabolizzato il tutto, crea il Principato di Sealand. Anche questo non riconosciuto da anima viva se non da suo figlio Micheal e dalla schiera di Lord e Baroni che hanno pagato 29£ (con le spese di spedizione è un cinquantino) per un titolo nobiliare di cui fare regale sfoggio soltanto in occasione dei banchetti organizzati da Prince Micheal sulla sua zatterona in mezzo al mare. Rotto infatti il legame col glorioso passato, guardando con moderna e democratica benevolenza alla crisi delle monarchie europee, la famiglia Bates ha deciso di mettere generosamente in vendita i suoi titoli nobiliari e le sue terre in cemento armato. I nobili di domani non dovranno fare altro che registrarsi sul sito ufficiale, accettare termini e condizioni, decidere o meno se iscriversi alla newsletter, indicare un conto PayPal e selezionare il prodotto che s’intende acquistare.

Ah, non sono certo gli unici. Dovesse non gradire, la S.V. potrà optare per le diverse opzioni che la rete mette a disposizione, tra cui il Gran Ducato di Pomerania e Livonia o tutta una serie di Contadi, Viscontadi, Marchesati, Ducati che addirittura sono venduti da uno studio legale con sede a Ginevra. Ecco, cercare per credere. Tutta roba di primissima scelta. O di ultimissima, ma che importa? Mescolare la storia (quando è lieta) col business, la vita con la finzione è divertissement. Anche detto: mirabile abilità a proporre nuove idee regalo. Supponiamo che non ne abbiate: eccone una! E se un domani le cose dovessero cambiare, magari, avrete una cosa in più da mettere in curriculum. Tutti a congratularsi con voi per la lungimiranza o felici di annunciarvi alle feste preceduti da titoli altisonanti, altro che dott., ing., arch., ve lo immaginate? Tutto sommato neanche male! Imparate da subito a vivere nobilmente, smettete di preoccuparvi: da questo momento si campa sulla fatica degli altri, vi potrebbero invitare a qualche talkshow, e sarete autorizzati a non volere più nulla o a non valere nulla.