Inaugurazione di successo per il FEF. Due film: Sunny e Hard Romanticker.

Si  avvicina l’inizio del Far East Film Festival, quest’anno alla sua 14° edizione. Venerdì 20 aprile, il via è alle 20.30 con due film, il primo della Corea del Sud, il secondo del Giappone, alle 22.30.

Si inizia con Sunny, una commedia del 2011, in prima nazionale. Già vincitore di numerosi premi, il film è scritto e diretto da Kang Hyung-chul e parla di un gruppo di donne che, a metà del loro percorso di vita, si rincontrano tornando a quel legame di amicizia allacciato negli anni ’80, ai tempi delle scuole superiori.

Si prosegue con una prima europea per Hard Romanticker, un dramma violento sulla giovinezza, anch’esso del 2011, per la regia di GU Su-yeon.

Sunny è un capolavoro, di critica e di pubblico. Inizia con il focus su Na-Mi, una casalinga benestante e madre di una ragazza adolescente, nella Seoul odierna. Una donna dallo stile di vita appagante, con casa meravigliosa, marito generoso e bella figlia. La sua vita, tuttavia,  non è affatto appagata e la sua tristezza è ben celata, finché la nostalgia la coglie nell’attimo in cui si sofferma ad osservare un gruppo di ragazze delle superiori, serene e ridenti procedere per strada.

Ne scaturiranno ricordi e fash-back che porteranno la donna e le amiche, da lei subaction showcomments propecia optional older cercate e ritrovate, dalle  difficoltà, che l’avventura del vivere e gli anni sulle spalle hanno regalato a ciascuna, ai ricordi di una giovinezza comune e felice sui banchi di scuola.

Diverso il tema e diversa l’ambientazione, invece, per Hard Romanticker, il film che chiude la serata di venerdì. Qui il nippo-coreano Gu, dopo aver abbandonato il liceo,  entra a far parte di una banda di teppisti di Shimonoseki, in Giappone. Quando i suoi compagni uccidono accidentalmente l’anziana nonna di uno spietato boss di origini nord coreane, Gu si ritrova, suo malgrado, coinvolto in un turbine di violenza e vendetta che lo porta diritto in tribunale.

Durante il processo, la sua deposizione inchioda i veri responsabili e da quel momento Gu è un uomo morto. Con i nemici sulle sue tracce e il detective Fujita intenzionato a fare chiarezza sul caso, Gu si rifugia nel club di Tabagi, membro di una gang rivale e coinvolto nel traffico della droga. Lavorando per lui, è costretto dalle circostanze a far ritorno a Shimonoseki, dove dovrà affrontare l’inferno che lo aspetta.

Due attesi film Sunny e Hard Romanticker, sudcoreano il primo e giapponese il secondo, per un inaugurazione di successo del Far East Film Festival.

______

Ph. di Francesco La Bella

info sito: fareastfilm.com/