Franz Kraler philosophy

Una nobile famiglia di ceppo asburgico con l’eleganza nel dna. Forse prevedibile viste le origini ma l’attuale generazione dei Kraler – Franz, la moglie Daniela e il figlio Alexander – ha quel fiuto raro e innato per il bello in assoluto. Avrebbero potuto essere collezionisti, artisti o chissà che altro, e invece hanno scelto la moda.

La storia dei Kraler imprenditori ha radici in Tirolo nel primo Novecento e Dobbiaco è la loro dimora.

Una famiglia di stampo antico, dedita al lavoro, con un unico credo: impegno e serietà alla base del successo. In un contesto così concreto non c’è spazio per eccentriche stravaganze perché il vero lusso è la sobrietà. Franz cresce respirando cultura e rigore e da questo clima raffinato nasce il suo primo luxury store, faro della moda per la regione del nord-est e successivamente un punto di riferimento anche in tutto il Paese. Daniela e Alexander sono il cuore e la mente di una dinastia che ha rivoluzionato il concetto del lusso in Alto Adige (e non solo). Che inizia con la prestigiosa sede Franz Kraler, “Il castello”, ricavata dalla dependance del famoso Grand Hotel Dobbiaco, residenza estiva dell’ imperatore Francesco Giuseppe, che ospita una raccolta dei marchi internazionali più glam, selezionati con grande gusto e dedicati a cultori della moda.

Tradizione, rigore, lusso e determinazione sono le parole chiave dei Kraler, e il cliente è sempre al vertice della piramide, sia nel negozio di Dobbiaco sia in quello di Cortina. La scelta di collocare i luxury store in località votate al turismo di alto livello non è casuale. Anzi, al contrario, è una strategia premiante che permette il “dialogo” tra chi acquista e chi vende l’oggetto del desiderio. Il cliente tipo delle boutique Franz Kraler è generalmente un persona che fa shopping per piacere, che rifugge l’acquisto mordi e fuggi, ma piuttosto si muove in negozio come fosse in atelier. Mentre si sceglie in tutta tranquillità, si fanno quattro chiacchiere di fronte a un caminetto, si sosta nella zona relax o nelle aree all’aperto in un’atmosfera mitteleuropea. Nei negozi Franz Kraler non ci sono barriere architettoniche e ci sono spazi dedicati al relax alla convivialità, ai bambini e anche agli amici a quattro zampe, ma non solo. Chi passeggia a cavallo a Dobbiaco e viene attratto della vetrine sfavillanti, può lasciare il destriero in aree dedicate e entrare nel tempio della moda. A Cortina, invece, nei due negozi in corso Italia che affacciano su “Piazzetta Kraler,” troviamo lo spazio più concettuale dedicato a uomo, donna e accessori e quello dedicato al bambino. Il nuovo spazio Franz Kraler in corso Italia 90 sarà nella sede storica di Ritz Saddler. Sette vetrine nella posizione più centrale e prestigiosa della via dello shopping per eccellenza. L’ ennesima sfida e un grande impegno personale e professionale per il rilancio dell’immagine della perla delle Dolomiti e dell’imprenditoria illuminata, capace di promuovere gli aspetti più contemporanei della cultura moderna e preservare nel tempo tradizioni altrove scomparse. Nel tempo i negozi di famiglia si sono evoluti e i diversi ambienti, sempre più versatili, intrecciano arte, moda e cultura. I nuovi progetti per “il Castello di Dobbiaco” prevedono ampie metrature polivalenti integrate in strutture e territorio, ma completamente indipendenti, con grandi superfici vetrate che esaltano l’eccellenza di capi haute couture come opere d’arte. E la realtà attuale è nei 2000mq espositivi tra Cortina e Dobbiaco, con uffici direzionali e logistica che esprimono un forte radica- mento al territorio e un complesso know how che permette gestione e ampliamento degli spazi anche in tempi brevissimi per addattarsi con rapidità a qualunque tipo di esigenza e dare origine a un futuro sempre più ambizioso.