Afghanistan: un sostegno per gli occhi della guerra

E dunque Fausto Biloslavo, reporter di guerra triestino, è nuovamente partito da “casa” per dare il suo abituale contributo al giornalismo internazionale legato ai conflitti: dall’Afghanistan, Fausto manda un messaggio importante per tutti noi.

“Cari amici, sono a Kabul grazie al primo crowdfunding del Giornale.it per realizzare il reportage “Afghanistan goodbye”, in vista del ritiro della missione Nato, che è costata sangue e sudore ai nostri soldati. Se tutto va bene, sarò il primo giornalista italiano embedded con le truppe afghane, che sono arrivate a perdere 400 uomini al mese contro i talebani. Ad Herat voglio capire cosa resterà dell’Italia e dei nostri progetti, dopo oltre dieci anni di intervento in Afghanistan. Attraverso “gli occhi della guerra”, grazie al sostegno dei lettori, abbiamo realizzato reportages in Libia, Ucraina, nelle roccaforti islamiche in Europa e fra i movimenti no euro. Adesso tocca all’Afghanistan, ma nelle ultime settimane abbiamo lanciato con uno strepitoso successo il crowdfunding per denunciare la persecuzione dei cristiani grazie ad una serie di reportages in Siria, Iraq, Pakistan e Nigeria. Ancora un piccolo sforzo e raggiungeremo il budget prefissato. Per questo chiedo di nuovo il vostro sostegno, se non lo avete già fatto, per permetterci di continuare ad essere i vostri occhi della guerra”.

Andate a “cliccare” sulla pagina “Cristiani Perseguitati” del portale “Gli Occhi della Guerra” o al link apposito de “Il Giornale” per contribuire al crowdfunding.