Photolux 2013 / Festival Internazionale di Fotografia – Lucca

Dal 23 novembre al 15 dicembre 2013 si è tenuto a Lucca il primo Festival di fotografia, con cadenza biennale, organizzato dall’Associazione culturale PhotoLux con la collaborazione di Leica Camera Italia e sotto la direzione artistica di Enrico Stefanelli.

L’evento, incentrato sul tema “Urbis. Visioni urbane di grandi fotografi”, ha voluto rendere omaggio al grande fotografo italiano Gabriele Basilico, recentemente scomparso, le cui visioni del paesaggio e l’architettura urbana sono state il lavoro di una vita. Lucca, con il suo centro storico, rappresenta, infatti, la scenografia perfetta per accogliere pienamente il percorso con mostre, workshop e incontri per questa nuova rassegna dedicata alla fotografia.
Gli artisti internazionali presentati al Festival hanno utilizzato i linguaggi più all’avanguardia per documentare gli eventi mondiali e raccontare al pubblico storie avvincenti, attraverso le quali possiamo capire meglio il mondo in cui viviamo.
La città rappresenta, infatti, un testo sempre più complesso di cui è possibile dare molteplici chiavi di lettura con le sue infinite sfumature: storico, architettonico, sociale e ontologico. S’innesta quindi un rapporto efficace tra l’uomo e lo spazio: le fotografie sono immagini rielaborate e reinterpretate. Le città non sono, quindi, meri contenitori ma spazi che possiedono vita propria, modificati dai modi e dalle abitudini di chi le abita.
Le grandi mostre all’interno del circuito hanno rappresentato visioni urbane divergenti: “Parigi”, un’anteprima dell’ultimo lavoro di Maurizio Galimberti, attraverso le tecniche del “ready-made”, del mosaico, della polaroid singola; la decadenza della moderna età industriale di “Meadowlands” di Gergely Szatmáry; le immagini vincitrici del “World Press Photo 2013” dedicate al fotogiornalismo, un’esibizione degli eventi cruciali del nostro tempo facendoci riflettere sul loro significato e la loro portata; cinque fotografi di epoche diverse per celebrare il cinquecentenario delle mura di Lucca in collaborazione con l’ Archivio Fotografico Lucchese; la retrospettiva del grande fotografo Joel Meyerowitz, (in collaborazione con Cortona On the Move e PhotoLux Festival), l’unico ad aver avuto il permesso per gli scatti al “ground-zero”, subito dopo l’attacco alle Torri Gemelle dell’11 settembre 2001; immagini immerse in un’atmosfera indefinita e sospesa, utilizzando la luce e l’assenza di colore per descrivere realtà metropolitane, realizzate da Irene Kung.
PhotoLux, con il suo carattere profondamente internazionale, è la dimostrazione di come le immagini possiedono il potere e la capacità di trascendere differenze culturali e linguistiche, per raggiungere livelli altissimi e immediati di comunicazione.

“D’una città non godi le sette o le settantasette meraviglie, ma la risposta che dà ad una tua domanda”.
Italo Calvino, “Le città invisibili”

www.photoluxfestival.it